mercoledì 25 aprile 2012

Il consiglio comunale da il via libera alla riqualificazione urbana

E' stata approvata la variante al Piano Strutturale P.S. che si pone come obiettivo la riqualificazione urbana attraverso il recupero, la riconversione e la rigenerazione dei vecchi opifici (dismessi o parzialmente dismessi) presenti nel tessuto urbano. La Lista Rossoblu ha partecipato attivamente al processo partecipativo che ha portato alla stesura finale dell'impianto normativo, il quale ha recepito tutte le proposte, da noi avanzate, in sede di osservazione al piano. " Siamo soddisfatti" ha detto in Consiglio Comunale, Emanuele Turini " perchè abbiamo dato un contributo migliorativo a questo strumento urbnistico". Turini si riferisce alle richieste avanzate dalla lista Rossoblu e che sono state inserite come norme del piano e quindi dovranno essere rispettate. " E' dal 2009 che parliamo di recupero dei vecchi opifici e di stato di degrado. finalmente si interviene dando la possibilità ai proprietari di ristrutturare permettendo anche destinazioni miste: residenziali, commerciali, direzionali, artigianali". La lista civica, è stata chiara su un principio: ( recepito da una norma del piano) i cambi di destinazione dei locali non possono creare disagi agli abitanti ma devono essere attuati per il miglioramento della vita dei cittadini. " Ponsacco è cresciuta tanto e male, quasi senza regole" ha detto Turini in consiglio comunale " sono cresciute le case e sono aumentati gli abitanti, ma i servizi sono rimasti quelli di 20 anni fa".  La variante approvata ieri con il voto favorevole della maggioranza e della lista Rossoblu e quello contrario di Uniti per Ponsacco, vuole evitare un'ulteriore perdita del tessuto produttivo locale. A questo proposito la lista Rossoblu ha specificato che nononstante la condivisione sui principi generali, la varianete arriva tardivamente, quando ormai gran parte delle fabbriche del mobile se ne sono andate altrove. Anche l'ente Mostra ha delle sue responabilità perchè nel tempo ha perso la sua figura di riferimento per l'intero settore del legno. " Ci ricodiamo cosa significava per la città, la campinaria del mobile?" ha detto Emanuele Turini " era senz'altro una vetrina importante per le aziende e per la città stessa". La lista Rossoblu ha sottolineato il fatto che il Regolamento Urbanistico, a differenza del Piano strutturale, necessità di una revisione completa, anche perchè sono venute fuori tutte le problematiche sollevate nel 2009 dai cittadini e non ancora risolte. "L'astensione sul Regolamento Urbanistico è il segnale che in fase di monitoraggio dovrà essere data risposta alle problematiche che i cittadini portano avanti da tanto tempo".

ascolta la registrazione del consiglio comunale: seduta del 24 aprile 2012

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Io la registrazione non riesco proprio a sentirla. Colpa del mio pc vecchiotto?

Listarossoblu ha detto...

è probabile che dipenda dal suo computer perchè a noi non ha dato problemi. eventualmente provi a scaricare da internet una nuova versione del programma per ascoltare i suoni.